Carissimi Lettori,

ultimamente sembra che io legga solo libri brutti, ma vi assicuro che non è così. Oggi però vi parlo di “La luna e i falò” di Cesare Pavese, un libro che mi ha deluso. Un vero peccato la mia prima esperienza (extra scolastica) con Pavese, ci sono rimasta un pò male perché anche in questo caso leggo solo recensioni super positive.

Prima della recensione, come sempre, vi lascio il Banner Amazon per acquistarlo o leggere una piccola anteprima. Successivamente troverete la trama e la recensione di “La luna e i falò“.

LA LUNA E I FALO’

TRAMA

“Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo”. Un uomo torna dall’America, dove ha fatto una piccola fortuna, e ricompare sulle colline delle Langhe che lo hanno visto bambino. Ora non è più un trovatello, cresciuto dalla carità di una famiglia di contadini, ora è un altro, e vuole che chi lo ha conosciuto piccolo, povero, vinto, veda che ha fatto strada, che è diventato qualcuno. Ma nei luoghi del passato qualcosa si è perso, chi lo conosceva allora non è più qui per prendere atto del suo cambiamento – perché anche questi luoghi, in apparenza fissati nel tempo mitico dei cicli della luna e del lavoro dei campi, hanno attraversato una trasformazione, parallela a quella del protagonista, e in parte da essa determinata. Ai falò magici che nel tempo dell’infanzia punteggiavano le alture in occasione delle feste contadine, altri se ne sono aggiunti e sostituiti – non più propiziatori di un ricco raccolto, ma portatori di distruzione: i fuochi della guerra da poco finita e del conflitto civile, i fuochi di una modernità che brucia un passato mitico e inalterabile per offrire non si sa quale prospettiva di futuro.

RECENSIONE

La Luna e i Falò” è un libro che ho comprato per caso al supermercato, fortemente spinta dalla promo due Feltrinelli a 9,90€ e dalla copertina a mio dire molto bella. Non mi ero mai soffermata sui libri di Pavese, ma siccome mi piace sperimentare e la trama sembrava accattivante mi sono convinta.

Il Capitolo I mi è piaciuto da subito, mi sono appuntata anche questa frase di pagina 51: “Chi può dire di che carne sono fatto?Ho girato così tanto il mondo da sapere che tutte le carni sono buone e si equivalgono, ma è per questo che uno si stanca e cerca di mettere radici, di farsi terra e paese, perché la sua carne valga e duri qualcosa più che un comune giro di stagione”. Sempre nel Capitolo I a pagina 54 ho segnato: “un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti”.

Ecco, già mi stavo innamorando perdutamente dello stile di scrittura di Pavese. Con un primo capitolo così intenso mi aspettavo una storia coinvolgente o almeno una di quelle letture che non si dimenticano mai.

Cosa è accaduto invece? Mi sono persa.

Da metà libro in poi mi sono annoiata, mi sono sentita in trappola in una storia che non capivo più. Diventa tutto molto confuso e monotono tanto da disorientarmi. Mi veniva il sonno al solo pensiero di mettermi a leggere questo libro. Non ho nemmeno colto l’essenza della Luna e dei Falò, era come se mi mancassero pezzi importanti per decodificare la storia.

Bella l’idea di tornare alle origini, di cercare di capire, il confronto tra presente e passato. Ma tutto questo è molto concentrato tanto da non riuscire a capire se il protagonista stesse vivendo eventi del passato o del presente.

Non mi è proprio piaciuto.

A malincuore mi sento di dare una stella e mezzo.

Non l’ho capito? Non era per me? Booh!

Classificazione: 1.5 su 5.

Buone Letture, @LA_BIBLIOTECA_DI_STEFANIA!

Vietata la riproduzione ©

3 pensieri su ““La luna e i falò” di Cesare Pavese, un libro che mi ha deluso! [Recensione]

  1. La mia esperienza soggettiva è stata opposta, il libro mi ha tirato dentro e mi ha dilaniata. Cesare Pavese è uno dei miei autori preferiti, però capisco che per piacere deve scattare quel qualcosa di speciale

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...